La Storia

faraco

Francesco “Ciccio” Faraco, nato a Mazzarino (Cl), il 30 maggio 1908, si trasferisce giovanissimo a Palermo, dopo aver comunque preso parte ad alcuni corsi indetti direttamente dall’Alfa Romeo. Nel Capoluogo siciliano, entrò subito in stretto contatto con Costantino Magistri e Carlo Gasparin. Grazie a loro, esplose, irrefrenabile, la sua passione per la velocità e per la meccanica. Alla morte di Magistri, avvenuta, per problemi cardiaci, nel 1936, mio nonno strinse amicizia con il giovane Bar. Antonio Pucci e con lui, subito dopo il secondo conflitto Mondiale, cominciò a correre, prima con una Fiat 1100 modificata nella officine palermitane dei Fratelli Macera e poi con una Cisitalia che la mamma di Pucci acquistò, su consiglio di Ciccio, alle officine di Franco Dusio. Con quell’auto gareggiarono insieme, con poca fortuna, nel Giro Automobilistico di Sicilia del 1948 e 1949; nel 1950, passato Pucci ad auto più potenti, Faraco gareggiò, guidando la vettura e curandola nella meccanica, nella Coppa d’Oro di Siracusa ed in varie cronoscalate. Sempre il quel 1950, in occasione della decima edizione del “Giro Automobilistico di Sicilia”, colse un risultato di grande prestigio, piazzandosi all’8° posto assoluto della classifica, pilotando la piccola Cisitalia 202 SMM, coadiuvato dal castellammarese Rosario Montalbano. Quel prestigioso risultato fruttò a Faraco, il Campionato Siciliano della classe 1100cc che lui dedicò all’amico e pilota Costantino Magistri, con il quale aveva esordito, all’età di 27anni, alla Targa Florio del 1935, piazzandosi al 4° posto assoluto, a bordo dell’Alfa Romeo da loro stessi preparata nelle officine di Carlo Gasparin. Nel 2010, la mia famiglia, ha istituito il “Trofeo Francesco Faraco” che è già stato assegnato, nella sua prima edizione a Nicolò Incammisa; nella seconda ad Andrea Armanno, nella terza edizione con un podio ex equo ad Ignazio Bonavires e Marco Arceri e, nella quarta edizione, a Natale Mannino.

Rosario Lo Cicero Madè

Palermo 2 aprile 1950 - Teatro Politeama - sede della CSAS (Comitato Sportivo Automobilistico Siciliano). Francesco Faraco con Tazio Nuvolari, Raimondo Lanza di Trabia (seduto di spalle), Stefano La Motta, il Giornalista Gargotta (con gli occhiali) ed uno dei fratelli Bornigia, seduto a dx il Cav. Vincenzo Florio.

Palermo 2 aprile 1950 – Teatro Politeama – sede della CSAS (Comitato Sportivo Automobilistico Siciliano). Francesco Faraco con Tazio Nuvolari, Raimondo Lanza di Trabia (seduto di spalle), Stefano La Motta, il Giornalista Gargotta (con gli occhiali) ed uno dei fratelli Bornigia, seduto a dx il Cav. Vincenzo Florio.

Francesco Faraco e Antonio Pucci

       Francesco Faraco e Antonio Pucci